Training information

Category Medical Writing

Medical Reading

Comprendere ed interpretare gli articoli medico-scientifici e valutare la qualità delle pubblicazioni

Medical Reading

Date: 22-23 maggio 2017 | 9.00-18.00

Location: Hotel Melià – Milano

Language: Italiano

Lecturer/s: Andrea Rossi

*Registration fee: € 1250,00+ IVA

*Early bird: 01/05/2017


Registration

Brochure

Introduzione

La comunicazione medica ha delle peculiarità che non possono prescindere dalla correttezza ed eticità. I nuovi media e internet in particolare, rendono le pubblicazioni mediche disponibili per una fascia crescente di utenti.

Questa aumentata disponibilità di informazioni richiede ai professionisti del settore di saper distinguere la qualitàdell’informazione, comprendendo in modo chiaro i contenuti, i punti di forza e le limitazioni che ogni pubblicazione medica ha.

L’obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti per

  • riuscire a comprendere l’ambiente della comunicazione medico-scientica
  • valutare la qualità delle pubblicazioni disponibili utilizzando gli strumenti più appropriati
  • utilizzare le informazioni disponibili nella letteratura medico-scientica per raggiungere i propri obiettiviprofessionali

A chi è rivolto? 

A chiunque si occupi di comunicazione medico-scientifica, con particolare riferimento ai professionisti che operano nelle aziende, Farmaceutiche, di Diagnostici, Para-Farmaceutiche, CRO, Biotech, Centri di Ricerca quali medici di prodotto, ISF, medical liaison, product managers, medical information, professionisti della ricerca clinica in genere.

 

Contenuti del corso

  • Apertura dei lavori e presentazione delle giornate
  • Compilazione questionario (individuale)
  • L’aggiornamento scientifico: sogno o realtà?
  • Pubblicazioni: definizione
  • Le basi della comunicazione scientifica e non
  • Gli attori della comunicazione medico-scientifica
  • La comunicazione medico-scientifica ai tempi di internet
  • Riviste e congressi
  • Indicizzazione e peer-reviewing
  • Impact factor e altri strumenti bibliometrici
  • Analisi del questionario (in gruppi)
  • Presentazione dei risultati dell’analisi (in gruppi)
  • Il disegno dello studio
  • Linee guida di pubblicazione
  1. Introduzione, metodi, risultati, discussione, conclusioni
  2. Il titolo e gli autori
  3. I conflitti di interesse e i ringraziamenti
  4. I riferimenti bibliografici
  5. Case report, studi osservazionali, studi controllati
  6. La classicazione dell’evidenza scientifica
  7. L’effetto iceberg di selezione delle pubblicazioni
  8. Review sistematiche, metanalisi, linee guida
  • Revisione di esempi dalla letteratura utilizzando gli strumenti discussi nel corso del workshop (individuale)
  • Presentazione ed interpretazione dei risultati di uno studio
  • Revisione della qualità degli articoli rivisti e estrapolazione dei principali punti di forza e di debolezza (in gruppi)
  • Conclusioni

Tecniche didattiche

Workshop con sessioni di lezione frontale alternate a parti applicative, per mettere in pratica quanto appreso

Alla fine del corso il partecipante sarà in grado di

  • comprendere le differenze tra le diverse tipologie di comunicazione medico-scientifica
  • comprendere i punti di forza e di debolezza delle pubblicazioni scientifiche
  • avere le conoscenze di base per poter costruire una comunicazione basata sulle evidenze medico-scientifiche

Il docente

Andrea Rossi, Medical Writer, European Medical Writers Association

Laureato in Scienze Biologiche all’Università di Firenze, dopo alcuni anni in università, nel1989 è entrato nella Direzione Medica di Eli Lilly Italia dove ha ricoperto numerosi incarichi edattualmente è Scientific Communications Lead. Autore di oltre 400 pubblicazioni ed articoli alivello nazionale e internazionale, tra cui più di 60 in riviste peer-reviewed, ha collaborato allastesura di numerosi altri articoli per i quali è stato citato negli aknowledgments ed è peerreviewerdi alcune prestigiose riviste.E’ membro di importanti organizzazioni scientiche tra cui l’EMWA, di cui è stato presidente e BIAS,nel quale è stato parte del consiglio direttivo; partecipa come relatore e chairman a numerosiconvegni, tra cui i congressi EMWA, SSFA e BIAS, oltre ad essere relatore di numerosi seminaripresso le scuole di specializzazione in medicina di alcune tra le principali università italiane edalcune importanti società medico-scientiche.